VIMERCATE: NUOVA TECNOLOGIA SANITARIA PER LA DIAGNOSTICA RADIOLOGICA

Prosegue il processo di digitalizzazione dei percorsi diagnostici che fa dell'Ospedale una struttura di eccellenza

Si tratta di un sistema portatile che digitalizza le immagini acquisite con qualsiasi tipo e modello di apparecchiatura radiologica. La nuova tecnologia, destinata alla struttura di Radiologia dell’Ospedale di Vimercate, diretta da Marcello Intotero, consente di migliorare la gestione del paziente e di ottimizzare il flusso di lavoro del personale tecnico. L’investimento dell’ASST? Circa 35.000 euro.

“La tecnologia – spiega il primario di Radiologia – permette di eseguire e di vedere immediatamente, sul posto e in tempo reale, gli esami radiologici effettuati anche nei reparti di degenza o in sala operatoria”.

Il sistema è estremamente maneggevole: pesa infatti solo 2,5 chilogrammi. Nel contempo, però, è robusto: riesce a sostenere un peso fino a 300 chilogrammi sull’intera superficie. Il pannello si ricarica in solo 13 minuti ed è quindi sempre disponibile anche in caso di urgenza. Inoltre grazie all’involucro impermeabile può essere sanificato in modo agevole e senza problemi. Il rilevamento automatico dell’esposizione radiologica consente di acquisire l’immagine in tempi brevissimi con la minima dose per il paziente.

“La sua versatilità d’uso – aggiunge Intotero - risulta particolarmente preziosa durante l’attività di una diagnostica di pronto soccorso; consente al tecnico di radiologia l’esecuzione di tutte le proiezioni radiografiche necessarie in pazienti poco collaboranti o politraumatizzati o che non sopportano una significativa movimentazione. La trasmissione delle immagini acquisite, poi, avviene via rete wireless, migliorando e qualificando decisamente il flusso di lavorazione della prestazione diagnostica. La strumentazione di vecchia generazione non lo permetteva”.