CHIRURGIA ORTOPEDICA: INTERVENTO DI ECCELLENZA SU UN DODICENNE

Michele Cocuzza e Cristina Viganò
Il giovane paziente aveva problemi di valgismo agli arti inferiori

Importante intervento a Vimercate di chirurgia ortopedica su un ragazzo di 12 anni. La tipologia di procedura adottata la si esegue in pochi centri ospedalieri della Brianza e dell’alto milanese.

Si tratta di un intervento di emiepifisiodesi transitoria degli arti inferiori: il giovane paziente, M.B., residente con la famiglia nel bergamasco, è seguito da qualche tempo presso l'ambulatorio di ortopedia pediatrica dell’Ospedale di Vimercate, per un problema di valgismo agli arti inferiori. 

Vale la pena ricordare che l’ambulatorio, aperto dall'ottobre del 2019, prende in carico bambini e ragazzi, compresi in una fascia d’età che va da 0 a 16 anni. In Brianza la struttura ambulatoriale di Vimercate è pressoché unica nel suo genere.

Ma cos’è il valgismo? “E’ quella particolare condizione – spiega Cristina Viganò, la specialista che ha realizzato l’intervento, con la collaborazione del primario della struttura Michele Cocuzza - che definisce una deformità a X degli arti inferiori e che, al di là del problema estetico, se persiste in età adulta, può determinare un sovraccarico asimmetrico al ginocchio e quindi un consumo precoce della stessa articolazione”.

L'intervento effettuato dall'équipe ortopedica ha comportato il posizionamento di speciali placche e viti in prossimità del ginocchio al fine di “guidare” la crescita delle cartilagini e di correggere la deformità.

L’operazione pienamente riuscita, ha previsto una limitata degenza (due giorni); il risultato clinico è rilevante: “la correzione ortopedica – aggiunge la chirurga di Vimercate – consente di prevenire patologie come ad esempio le artrosi delle ginocchia che richiedono, da adulti, interventi ben più impegnativi: ad esempio osteotomie e protesi”.

Intervento importante? “Sì - afferma Cristina Viganò – prevede un'alta specializzazione, soprattutto in fase preoperatoria, per fornire la corretta indicazione chirurgica e scegliere al meglio il timing operatorio”.